Informativa

AZKABAN: Tutto ciò che dovresti sapere

Azkaban esiste sin dal XV secolo e non fu originariamente una prigione. La fortezza fu costruita su un’isola del Mare del Nord e non apparve mai su nessuna mappa, babbana o magica, e crediamo sia stata creata o per lo meno ampliata con mezzi di natura magica.


Questa fortezza fu dapprima casa di un stregone poco noto di nome Ekrizdis.

In possesso di un potere grandissimo, ma di nazionalità sconosciuta, egli, che crediamo fosse malato di mente, fu un professionista delle peggiori Arti Oscure.  Isolato nel bel mezzo dell’oceano, egli adescò, torturò e uccise marinai babbani, apparentemente solo per piacere, e solo quando morì e gli incantesimi di occultamento che aveva praticato si dissolsero, il Ministero della Magia scoprì l’esistenza di un’isola e di un edificio. Coloro che si addentrarono per investigare si rifiutarono di parlarne e la parte meno terrificante della fortezza era la presenza di Dissennatori.

Numerosi individui al potere pensarono che Azkaban dovesse essere distrutta, in quanto luogo chiaramente maligno. Ma taluni erano sAzkabanpaventati su ciò che sarebbe potuto accadere a quei Dissennatori privati della loro casa. Infatti le creature erano ormai già forti e impossibili da uccidere; tanti erano intimoriti da un’orribile vendetta se fossero stati cacciati dal loro luogo ideale. Gli stessi muri della struttura sembravano intrisi nella miseria e nel dolore, e i Dissennatori erano decisi ad avvinghiarsi a questi. Gli esperti sullo studio degli edifici costruiti con e in vicinanza della Magia Oscura, contestarono che Azkaban avrebbe potuto infliggere la propria di vendetta verso chiunque cercasse di abbatterla. La fortezza fu pertanto lasciata abbandonata per molti anni, una casa dove i Dissennatori crescevano costantemente.

Una volta che fu imposto lo Statuto Internazionale di Segretezza della Magia, il Ministero della Magia percepì che Dementor, dissennatorele prigioni magiche, esistenti su e giù per paesi e villaggi, fossero un rischio per la sicurezza, perché i tentativi di streghe e maghi incarcerati di fuggire causavano spesso botti, odori e spettacoli di luce indesiderati. Una prigione apposita, localizzata su un’isola delle Ebridi, fu subito prediletta, e i piani furono redatti quando Damocles Rowle fu eletto Ministro della Magia.

Rowle fu un dittatore che salì al potere grazie a un programma anti-Babbano, che sfruttò al meglio la collera sentita da gran parte della comunità magica all’essere costretta ad andare sottoterra. Sadico di natura, Rowle cambiò presto i programmi per la nuova prigione e insistette sull’uso di Azkaban. Egli affermò che i Dissennatori che l’abitavano erano un vantaggio: sarebbero potuti essere sfruttati come guardie, risparmiando tempo, guai e costi.

Di fronte all’opposizione di molti maghi, tra i quali studiosi dei Dissennatori e degli edifici con una storia simile a quella di Azkaban, Rowle sostenne questo programma un continuo gocciolio di prigionieri fu subito piazzato lì. Nessuno di questi riuscì mai ad evadere. E se prima di essere posti ad Azkaban non erano stati pazzi e pericolosi, lo cominciarono ad essere lentamente.

Perseus Parkinson succedette a Rowle, e fu altrettanto pro-Azkaban. Prima che Eldritch Diggery subentrò come Ministro della Magia, la prigione aveva funzionato per quindici anni.  Non ci furono evasioni o infrazioni della sicurezza. La nuova prigione sembrava funzionare a dovere. Solo quando Diggory andò a vistarla, comprese esattamente quali fossero le condizioni all’interno. I prigionieri erano per la maggior parte folli e fu persino stabilito un cimitero per coloro morti dalla disperazione.

Tornato a Londra, Diggory avviò un comitato per esaminare alternative ad Azkaban, o per lo meno rimuovere i Dissennatori dalla loro carica di guardie. Alcuni studiosi spiegarono che l’unica ragione sul perché i Dissennatori si erano (maggiormente) segregati in quell’isola era che erano stati costantemente provvisti di anime per nutrirsi. Se privati di prigionieri, erano disposti ad abbandonare la prigione e passare alla terraferma.

Malgrado questo consiglio, Diggory fu talmente scandalizzato da ciò che aveva visto ad Azkaban che esortò il comitato a recuperare alternative. Prima che fossero riusciti a raggiungere qualsiasi decisione, in ogni caso, Diggory si ammalò di Vaiolo del Drago e morì. Da quel momento fino all’avvenuta di Kingsley Shacklebolt, nessun ministro aveva seriamente considerato di chiudere Azkaban. Chiusero un occhio alle condizione inumane dentro la fortezza, permettendo che fosse magicamente espansa e raramente visitata, a causa degli orribili effetti provocati da un luogo popolato da migliaia di Dissennatori.

Molti giustificarono il loro comportamento evidenziando il primato della prigione a mantenere i prigionieri rinchiusi.
Quasi tre secoli passarono prima che questo primato fosse interrotto. Un giovane uomo riuscì ad evadere dalla prigione quando si sostituì a sua madre, qualcosa che i Dissennatori, ciechi e privi di amore, non avrebbero mai potuto notare o aspettarsi. Questa fuga fu seguita da un’altra, persino più ingegnosa e brillante, quando Sirius Black riuscì ad evadere da solo dai Dissennatori.

La debolezza della prigione fu dimostrata ampiamente negli anni seguenti, quando due evasioni di massa si verificarono, entrambe coinvolgenti i Mangiamorte. A quel tempo i Dissennatori avevano stretto alleanza con Lord Voldemort, che garantì loro un fine e la libertà fino a quel tempo sconosciuta.
Albus Silente disapprovò a lungo l’utilizzo dei Dissennatori come guardie, non solo per il trattamento disumano riservato ai prigionieri, ma perché riuscì a prevedere il possibile cambio di gioco di tali creature oscure.Kingsley Shacklebolt
Sotto Kingsley Shacklebolt, Azkaban fu liberata dai Dissennatori e ad oggi i nuovi guardiani sono gli Auror. Non ci sono state evasioni da quando questo sistema è stato introdotto.

-TRATTO DA POTTERMORE-

Articoli correlati: