Informativa

Sirius Black: il capitolo che ci ha fatto innamorare di lui

Sirius Black è sicuramente uno dei personaggi più amati dell’intera saga. Inizialmente odiato e visto come un assassino che ha segnato il destino di Harry, si rivela poi uno zio amorevole, disposto a sacrificarsi per i suoi cari.

Diamo un’occhiata al capitolo che ci ha fatto innamorare di Sirius Black!

”La nobile e antichissima casata dei Black” (Harry Potter e l’Ordine della Fenice)

Sembra strano iniziare proprio dall’ultimo romanzo in cui appare Sirius, ma questo è un capitolo fondamentale per la conoscenza del personaggio. In esso è racchiusa l’essenza della vita di Sirius, che si dimostra essere oscura e difficile (nel caso il soggiorno ad Azkaban non fosse bastato).
Sirius Black appartiene a una famiglia ossessionata con la purezza del sangue, ciò dimostrato anche dall’enorme albero genealogico che adorna una delle pareti, da cui molti nomi sono stati letteralmente bruciati.


”Tu non ci sei qui!” disse Harry, dopo avere analizzato da vicino il fondo dell’albero. ”Io ero là” disse Sirius indicando un piccolo buco tondo sull’arazzo largo all’incirca come una bruciatura di sigaretta ”la mia dolce vecchia madre mi cancellò dopo che scappai di casa”. 
-Harry Potter e l’Ordine della Fenice

Ciò mostra come la famiglia Black fosse ossessionata dall’idea del sangue puro e come molti dei loro ideali fossero simili a quelli di Voldemort stesso. Sirius stesso afferma che suo fratello, Regulus, divenne inizialmente un Mangiamorte e che, scoperte le vere intenzioni di Voldemort, decise di distaccarsi da lui (sostituendo poi il vero medaglione di Serpeverde con un falso e ordinando a Kreacher l’elfo domestico di non rivelare a nessuno lo scambio).

Successivamente, Sirius Black spiega ad Harry i suoi legami di parentela con Nymphadora Tonks e Bellatrix Lestrange, lasciando Harry inizialmente di stucco. Ciò fa comprendere meglio ad Harry come tutte le famiglie di purosangue siano collegate tra loro, per quanto possano essere distanti.


Ma perchè è così importante questo capitolo?

A conti fatti, possiamo dire che Sirius Black abbia speso gran parte della sua vita come un lupo solitario – o meglio, un cane solitario. Sicuramente, il suo distacco da chi lo circondava, è dovuto in parte alla sua incarcerazione ad Azkaban; tuttavia, ”La nobile e antichissima casata dei Black” ci mostra che i rapporti con la sua famiglia sono stati interrotti ben prima.

Già dal suo primo anno a Hogwarts, Sirius rompe la tradizione della sua famiglia, divenendo un Grifondoro e opponendosi inevitabilmente ai Serpeverde (mentre fino a quel momento i Black erano stati rigorosamente Serprevere) e ciò lo pone già in rottura con la sua famiglia.

”Non mi piace essere di nuovo qui’ disse, fissando attraverso il salotto. ‘Non avrei mai pensato che sarei tornato di nuovo in questa casa.” Harry capiva perfettamente. Sapeva come si sarebbe sentito se, una volta cresciuto e con l’idea di essersene liberato, avesse dovuto tornare a vivere al numero quattro di Privet Drive. 
-Harry Potter e l’Ordine della Fenice

Questo capitolo non è importante solo per la storia di Sirius, ma anche e soprattutto perchè mostra quanto sia in realtà netta la divisione nel mondo magico tra i purosangue e non. Di quanto siano in realtà accentuate queste ”diversità”.  Inoltre, Sirius cita suo fratello Regulus e la sua tragica fine:

”No, no, ma credimi, loro pensavano che Voldemort avesse ragione, erano tutti per la purificazione delle stirpi dei maghi liberandosi di tutti quelli nati babbani e lasciando solo purosangue. E non erano i soli, comunque, c’erano molte persone, prima che Voldemort mostrasse le sue vere intenzioni, che pensavano lui avesse un’idea corretta delle cose…tuttavia, rimasero di sasso quando videro ciò che era disposto a fare pur di ottenere potere. Ma scommetto che i miei genitori pensavano che Regulus fosse un piccolo eroe giusto per essersi unito per primo”
-Harry Potter e l’Ordine della Fenice


Sirius Black ci ha insegnato che le nostre origini non ci plasmano; che la nostra famiglia biologica non sempre è la nostra vera famiglia. Per quanto riguarda Sirius, lui ha trovato la sua famiglia con i Malandrini, poi con James e Lily e poi con Harry. Ciò che Sirius ci insegna, dunque, è che anche se non abbiamo una famiglia, ne troveremo sempre una in chi ci sta accanto. 

Ma aspettate, prima di chiudere, date un’occhiata agli altri articoli su Sirius Black che potrebbero piacervi!

Articoli correlati: