Informativa

Cinque teorie assurde dei fan occasionali

Una raccolta di cinque delle più assurde teorie/idee/frasi uscite dalla bocca dei fan occasionali di Harry Potter (e spacciate per verità assolute).


Ammettetelo, ci siete passati tutti: un vostro amico, da poco entrato in un nuovo fandom, se ne è uscito con teorie strampalate dense tanto di saccenteria quanto di assurdità. Succede anche con Harry Potter, sì. Come possiamo perdonare quelli che, appena scoperto un nuovo fandom, si credono esperti della materia e, con presunzione, si permettono di sparare a zero alcune tesi veramente inconcepibili, spacciandole per verità assolute? Grazie all’esperienza diretta, ci è stato possibile raccogliere qui cinque delle teorie/idee/frasi più assurde dei fan occasionali. Non leggetele con insolenza: ricordate che possono sempre… strapparci un sorriso!


La pietra filosofale è un Dono della Morte

Sicuramente uno degli errori più comuni. Se si chiede a un fan occasionale quali sono i Doni della Morte, vi risponderà indicando “la Bacchetta di Silente, il mantello invisibile e… la pietra filosofale”. Ok, al di là delle discutibili definizioni dei primi due doni, non è possibile confondere ancora la pietra filosofale con la pietra della resurrezione. La pietra filosofale, difatti, viene distrutta alla fine del primo capitolo della saga: pur donando la vita eterna, la pietra filosofale non è un Dono della Morte.


A Hogwarts si studiano le Arti oscure

“Piton insegna pozioni, ma desidera tanto insegnare Arti oscure!”, “Lupin è il miglior insegnante di Arti oscure!”, “Detesto la Umbridge, quella che insegna Arti oscure!”. No, no, no. A Hogwarts non si studiano le Arti oscure: si studia Difesa contro le Arti oscure, che è giusto un po’ diverso. La materia, la cui cattedra è affidata ogni anno a professori diversi a causa di una maledizione di Voldemort, rappresenta anche uno degli esami più difficili della scuola. C’è comunque da dire che, quando nell’ultimo libro Voldemort torna al potere e Piton diventa preside di Hogwarts, il corso di Difesa contro le Arti oscure diventa semplicemente “Arti oscure”, e la cattedra viene affidata al Mangiamorte Amycus Carrow.


La “morte” di Harry

Ok, è una delle questioni sicuramente più controverse dell’intera saga, e su essa sono state formulate infinite teorie irragionevoli (fra cui una che vede Harry come un angelo della morte). È la domanda che assilla numerosissimi fan: perché Harry non muore? Perché, nonostante sia colpito dall’Avada Kedavra, Harry non è sopraffatto dalla Morte? Il motivo per cui Harry non muore sta nel fatto che, avendo dentro di sé del sangue di Harry (ricordate la rinascita di Voldemort nel quarto libro/film?), Voldemort mantiene in vita il potere protettivo di Lily sul figlio; quando Voldemort scaglia l’Avada Kedavra contro Harry, uccide la sua parte di anima trasferitasi nel ragazzo, ma non Harry: il sangue di Harry continua a vivere in Voldemort. C’entra poi la questione della bacchetta: la Bacchetta di Sambuco non può uccidere il suo padrone, che effettivamente è proprio Harry. Ancora una volta, un grandioso insegnamento sull’amore.


I genitori di Neville sono morti

“Neville vive con la nonna perché i genitori sono morti”. Sbagliato, sbagliato, sbagliato di nuovo. Frank e Alice Paciock, benché nei film non vengano minimamente mostrati, sono vivi: come viene specificato più volte nei libri, vivono al San Mungo da quando vennero torturati fino alla follia con la maledizione Cruciatus (e Neville va spesso a trovarli con la nonna).

Non che poi serva leggere i libri: nel quinto film, Sirius, mostrando a Harry la foto dell’originario Ordine della Fenice, dice che, a suo parere, i coniugi Paciock “hanno patito una sorte peggiore della morte”…


Silente e la McGranitt stavano insieme

Ok, ok, ammettiamolo: è una ship che abbiamo sognato tutti. Purtroppo, però, occorre rassegnarsi: Silente e la McGranitt (a differenza di Vitious e la Sprite) non hanno mai avuto una storia d’amore. Dalla biografia della McGranitt rilasciata qualche anno fa su Pottermore, sappiamo che la McGranitt, in gioventù, s’innamorò di un Babbano, Dougal McGregor, ma non gli confessò mai il suo amore e, in seguito, sposò Elphinstone Urquart, suo ex capo di lavoro, di diversi anni più vecchio. Con Silente (che, come vedremo nei prossimi film di Animali fantastici, era omosessuale) mantenne sempre un sincero rapporto di stima e amicizia.


Quali altre teorie assurde hai ascoltato da qualche fan occasionale? Faccelo sapere nei commenti! Intanto, leggi anche le migliori teorie pensate dai personaggi della saga!

Articoli correlati: