Informativa

9 cose che forse non sai su Sirius Black

Sirius Black è stato molte cose: migliore amico di James e padrino di Harry, membro dei malandrini e successivamente anche membro dell’ordine della fenice, Animagus e studente di Hogwarts. E nonostante sia uno dei personaggi preferiti dei lettori ci sono ancora molte cose che non si sanno su di lui.

Quindi ecco una lista di 9 fatti su Sirius Black di cui magari non eravate a conoscenza.

1. Non è stato l’unico Sirius Black

Sirius è stato unico nel suo genere per molti aspetti, ma non è stato il primo e neppure il secondo del suo nome. Nato nel 1845, il primo Sirius Black conosciuto era il fratello maggiore di Phineas Nigellus Black, che è poi diventato preside di Hogwarts. Tristemente, secondo l‘arazzo della famiglia Black, Sirius non è arrivato all’età adulta. Phineas ha successivamente chiamato suo figlio Sirius, molto probabilmente in onore di suo fratello.


2. Era nato il 3 novembre

Il compleanno di felpato ci è stato rivelato dalla Rowling tramite il suo account Twitter dopo la partita della Scozia contro il Samoa durante la coppa del mondo di Rugby del 2015.  L’autrice aveva promesso di rivelare la data se un numero sufficiente  dei suoi followers avesse supportato la Scozia e ha mantenuto la promessa twittando la risposta dopo la partita. Credeteci o no, il rugby scozzese è un grosso evento nel mondo dei maghi.


3. Era apparso in una prima bozza della Pietra filosofale

I fan di Harry Potter più attenti rileggendo il primo libro avranno sicuramente notato un nome familiare nel capitolo introduttivo “Il ragazzo che è sopravvissuto“. Tuttavia in una vecchia versione della storia Sirius appariva di persona. In una delle prime bozze di Harry Potter e la Pietra Filosofale Sirius incontrava un mago di nome Pyrites a Godric’s Hollow. Pyrites era un seguace di Voldemort che per l’occasione indossava guanti bianchi di seta che erano “artisticamente” macchiati di sangue. Il personaggio di Pyrites è stato successivamente cancellato ma Sirius è rimasto nel capitolo, venendo brevemente menzionato come il donatore della moto.


4. Aveva circa 22 anni quando era stato mandato ad Azkaban

È facile dimenticare come erano giovani i malandrini durante la prima ascesa di Voldemort al potere. Erano appena usciti da scuola quando Sirius aveva fatto da testimone al matrimonio di James e Lily, anche se il matrimonio non faceva per lui. Secondo la Rowling era “troppo impegnato ad essere un ribelle per sposarsi” e dal momento che era stato incarcerato ad un età così giovane, quando era uscito di prigione era in uno stato di sviluppo interrotto. Questo spiega perché con Harry si comportava più da amico che da padrino.


5. Aveva riso veramente quando era stato arrestato

Nonostante la maggior parte dei dettagli che circolano sul suo arresto sono riportati in modo sbagliato, il fatto che Sirius rideva durante la scena era stranamente vero. Sconvolto dalla morte del suo migliore amico e con la consapevolezza che aveva personalmente raccomandato il traditore Peter Minus come custode segreto, Sirius era andato fuori di testa e aveva avuto una reazione isterica. Aveva anche realizzato qualcosa di scioccante, come J.K. Rowling ci ha confermato nel 2005 in un intervista:

Si, ha riso. Sapeva che cosa aveva perso ed era una risata senza umore. Minus a quanto pare era un mago migliore di quello che sapevano ed era uscito che era più bravo a nascondere i segreti di quanto sapessero.’
J.K. Rowling, intervista del Leaky Cauldron/Mugglenet, 16 luglio 2005

 


6. Avrebbe dovuto trovare un’amica di nome Mopsy 

In una prima bozza di Harry Potter e il calice di fuoco, Sirius, nella sua forma canina da Animagus, avrebbe dovuto essere aiutato da una vecchia strega eccentrica di nome Mopsy. “Mopsy l’amante dei cani” non riusciva a fare a meno di occuparsi di tutti i cani randagi di Hogsmeade (come se fosse una specie di gattara) e avrebbe dovuto fornire a Sirius cibo e rifugio assieme a tutti i suoi altri cani. Durante il processo di stesura però Mopsy è stata tralasciata e Felpato ha finito per doversi nascondere in una caverna mangiando topi. Perlomeno aveva Fierobecco come compagnia.


7. Di sicuro non era Stubby Boardman (e neppure suo fratello!)

Probabilmente non c’è neanche bisogno di dirlo che l‘articolo del Cavillo in Harry Potter e l’Ordine della Fenice era, per dirlo gentilmente, oggettivamente inaccurato. Secondo la rivista, Sirius Black era in realtà Stubby Boardman, il cantante del popolare gruppo Gli Hobgoblin, che si era ritiratò dalla vita pubblica quasi quindici anni prima dopo essere stato colpito sull’orecchio da una rapa durante un concerto.

Nonostante solo pochissime persone avrebbero potuto credere alla teoria su Sirius/Stubby, dei fan hanno successivamente chiesto a J.K. Rowling se Stubby Boardman fosse in realtà il fratello di Sirius, Regulus. La scrittrice ha risposto sul sito che no, non era lui, ma che è una bella idea comunque.

 


8. J.K. Rowling ha pianto dopo aver scritto la scena della sua morte

Nonostante avesse sempre saputo quall’era il destino di Sirius, J.K. Rowling aveva evitato di pensarci fino alla stesura del fatale capitoloDietro il velo” e scriverlo era stato sufficiente per farla scoppiare a piangere nella sua cucina. Quando le era stato chiesto se non avesse semplicemente potuto cambiare idea e lasciar vivere Sirius, lei aveva risposto che non funziona così: quando stai scrivendo un libro per bambini devi essere un Killer spietato. Ed è così che l’antichissima casata dei Black è giunta alla fine.


9. Il suo nome continua a vivere

Harry Potter ha chiamato il suo primo figlio in memoria di suo padre, James, e del suo padrino, Sirius. James Sirius Potter è stato ufficialmente smistato in Grifondoro il 1° settembre 2015, come riportato da J.K. Rowling su Twitter. Ha anche mantenuto la loro tradizione di combina guai trovando e rubando la mappa del malandrino dallo studio di suo padre.

E noi siamo sicuri che James (Senior) e Sirius sarebbero stati molto fieri.


LEGGI ANCHE

Tutto ciò che sappiamo sulle vite dei Malandrini

Azkaban: tutto ciò che dovresti sapere

 

Articoli correlati: