Informativa

I gemelli Weasley a Harry Potter: The Exhibition

L’11 maggio Harry Potter: The Exhibition a Milano ha ufficialmente aperto i battenti. Quale modo migliore per farlo se non invitare Oliver e James Phelps, interpreti dei gemelli Weasley?

Un ristretto gruppo di fan ha avuto il privilegio non solo di entrare alla mostra con 24 ore di anticipo rispetto al resto del mondo. Ma ha anche avuto l’occasione di vedere i gemelli Weasley dal vivo, essendo stati invitati a Milano per l’inaugurazione di Harry Potter: The Exhibition.

La mostra ha aperto al pubblico presso la Fabbrica del Vapore il 12 maggio (con un Fan Day il giorno precedente) e chiuderà il 9 settembre. Al suo interno ci saranno esposti gli oggetti originali di scena usati nei film.

I gemelli sono arrivati a Milano il 10 maggio e subito hanno iniziato a girare la città, prima di presenziare alla mostra l’indomani. Il loro arrivo è stato annunciato da questa foto pubblicata sul profilo Instagram di James Phelps:

Subito dopo sono andati a farsi un giro per la città, facendo anche una foto insieme alla Nimbus 2000. Infatti, in quattro piazze di Milano ci sono altrettante statue giganti dedicate alla mostra. La scopa volante fuori dalla fermata Moscova della metropolitana e il Cappello Parlante in piazza Missori. Ma anche Dobby in piazza Argentina e infine la Ford Anglia volante di Arthur Weasley davanti alla stazione Cadorna della metropolitana.

Infine, l’11 sono stati ospiti d’onore alla mostra, e si sono anche intrattenuti con i fan partecipanti.

Dopo aver visto Harry Potter: The Exhibition, i gemelli Phelps si sono dati all’esplorazione di Milano. Dalle foto sui loro profili Instagram possiamo vedere come abbiano visitato il Castello Sforzesco, l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci e, ovviamente, il Duomo di Milano.


L’intervista

Per concludere, ecco qualche estratto dall’intervista fatta ai gemelli da parte di BadTaste.it!

Sono passati quasi 10 anni dalla fine della saga, Harry Potter è un franchise di successo e voi sarete sempre Fred e George Weasley; come vivete questa cosa? È qualcosa che vi da fastidio?

O: Dipende da come la vivi, ci sono cose decisamente peggiori per cui essere ricordati. Senza contare che interpretiamo “i buoni”, due persone simpatiche, due tizi che fanno ridere la gente … è bello vedere come la gente risponda a questo e come ti veda di conseguenza.

Dopo quasi 10 anni, 8 film, 7 libri, parchi a tema e molto altro il franchise rimane ancora molto forte e regge alla prova del tempo. Perché secondo voi? Quale è la forza di tutto questo?

J: Non c’è una risposta specifica, possiamo partire col dire che all’interno dei libri e dei film ci sono molti aspetti in cui le persone si identificano e aspetti a loro familiari. Senza contare poi il fattore della crescita: persone che avevano 15 anni all’epoca in cui tutto è iniziato ora hanno figli, che a loro volta cresceranno con i libri e coi film di Harry Potter, o addirittura nipoti! Ci si ostina a dire che questa è una saga “per bambini” ma non potrei essere meno d’accordo. Conosco infatti fan che vanno dai 4 agli 84 anni!

È un mondo così meraviglioso che, se ti lasci andare all’immaginazione, prende piede e diventa veramente reale. Cominci a pensare che sia possibile che dietro un muro si nasconda una porta per un mondo magico. Scommetto che i fan italiani cercheranno di immaginare come possa essere una Scuola di Magia e Stregoneria in Italia, rispetto a quella inglese, che segreti nasconde e come è strutturata. È un mondo abbastanza radicato nella quotidianità da poter essere reale e al tempo stesso capace di farti viaggiare con la fantasia!

Quale personaggio potteriano – fatta eccezione per Fred e George – è il vostro preferito?

O: Stamattina alla conferenza ho detto Kreacher… ha mandato un po’ in confusione come risposta; ripensandoci direi Gilderoy Allock! Specialmente grazie alla fantastica interpretazione di Kenneth Branagh: è stato fantastico, lo guardi e la prima cosa che pensi è… “oddio, che idiota!”. Eppure al contempo è stato in grado di non farti capire cosa gli passa per la testa per tutto il tempo riuscendo a tenere nascosto il suo segreto tutto il tempo!

J: Io stamattina ho detto Dobby, e riconfermo la mia risposta.. Dobby! Perchè.. beh, è DOBBY!

E voi? Andrete a visitare Harry Potter: The Exhibition? Fatecelo sapere nei commenti!

Articoli correlati: