Informativa

Ecco perché Ginny e Harry sono perfetti insieme

Era facile credere, all’inizio, che Harry e Hermione erano destinati a stare insieme, ma non è trascorso molto tempo prima di realizzare che, in realtà, Harry era destinato a stare con Mirtilla Malcontenta… Scherzo – doveva stare con Ginny, ovviamente.

Ecco come la relazione tra Harry e Ginny si è evoluta nei libri, perché quando arriva il vero amore noi diventiamo strani e cerchiamo di analizzare ogni piccolo momento.

Camera dei segreti

Ginny Weasley non entra nella vita di Harry con stile, né con troppo rumore. Lei ha 11 anni, è rapita da Harry e ha la più grande cotta che fangirls, levatevi. E’ tutto un correre via, un osservare di nascosto, un contemplare Harry da dietro le porte e, solitamente, essere mortificata dal fatto che si trova nel raggio di 5km da lui. E’ la classica fase da preadolescente.

Ginny è parte della vita di Harry fin dall’inizio, dalla sua prima apparizione nella piattaforma 9 3/4, come una giovane, vivace ragazzina che vuole disperatamente andare a Hogwarts. Lei diventa parte regolare della vita di Harry con la famiglia Weasley.

Non passa molto prima che lui diventi più consapevole della sua presenza e delle sue azioni. E non c’è nulla di comparabile al salvataggio della Weasley dalle grinfie di Voldemort stesso.

“Ginny!” bisbigliò Harry precipitandosi verso di lei. “Ginny! Dimmi che non sei morta! Ti prego, dimmi che non sei morta!” Poggiò la bacchetta accanto a sé, prese la ragazzina per le spalle e la voltò.


Prigioniero di Azkaban

Dopo un anno a Hogwarts piuttosto turbolento, Ginny torna per il secondo anno molto più rilassata. Nonostante ciò, continuano a presentarsi episodi di rossore improvviso, risatine, battutine e astute osservazioni sulle persone e sulla vita. Come i suoi sfacciati fratelli, Ron, Fred e George, la ragazza inizia a a sviluppare lo stesso spiccato senso dell’umorismo.

“Ah, ecco Penelope!” disse Percy, lisciandosi i capelli e diventando tutto rosa. Ginny intercettò lo sguardo di Harry ed entrambi si voltarono per nascondere le risate mentre Percy avanzava verso una ragazza dai lunghi capelli ricci, camminando col petto.


Calice di Fuoco

Dal momento in cui Harry inizia il quarto anno, Ginny diventa una specie di membro onorario della cerchia Harry – Ron – Hermione.

Grazie alla Coppa del Mondo di Quidditch, una Ginny più matura entra nel gruppo di amici con estrema facilità. Lei pare pappa e ciccia con Hermione, una manna dal cielo per la ragazza, che finalmente può godere di un po’ di sana compagnia femminile dopo essere stata con due ragazzi così a lungo.

Ginny è anni luce lontana dalla vecchia etichetta “Sorellina di Ron” – anche se continua ad apparire “estremamente miserabile” quando Ron le suggerisce di andare al ballo del Ceppo con Harry, ma lei aveva già detto sì a Neville.


Ordine della Fenice

Ne l‘Ordine della Fenice, Ginny e Harry passano quasi un’intera estate assieme a Grimmauld Place, quartier generale dell’Ordine della Fenice. Certo, non è tra i posti più romantici del mondo magico, ma l’atmosfera angusta e gli infiniti compiti di pulizia del luogo hanno sicuramente avvicinato i due ragazzi.

Ora quattordicenne, le abilità di Ginny sono difficili da ignorare. E’ bravissima con gli incantesimi: la sua fattura Orcovolante è praticamente leggendaria. Ama il Quidditch quanto Harry, se non di più, e soprattutto è intelligente, inventiva e indipendente.

“E’ stato stupido da parte tua”, disse Ginny adiratamente, “Sapendo che nessuno a parte me è stato posseduto da tu-sai-chi e potevo dirti come ci si sente.”


Principe Mezzosangue

Dal sesto libro, Ginny ha un rapporto più stretto con Harry – spesso cerca il suo sguardo, e non passa molto tempo prima di diventare qualcosa di più di ciò che Harry credeva di avere coi Weasley. Dopo un’altra estate insieme, Harry resta leggermente confuso su ciò che prova per lei.

Harry rimase sdraiato sveglio per un bel po’, guardando in alto al baldacchino del suo letto e cercando di convincersi che i suoi sentimenti per Ginny erano completamente da fratello maggiore. Avevano vissuto, o no, come fratello e sorella tutta l’estate, giocando a Quidditch, prendendo in giro Ron e ridendo di Bill e Fleur? Conosceva Ginny da anni ormai… Era naturale che si sentisse protettivo… Naturale che volesse preoccuparsi di lei… Che volesse fare a pezzi Dean arto per arto per averla baciata… no… avrebbe dovuto controllare quel particolare sentimento fraterno…

Harry è stato membro onorario dei Weasley per 6 anni e ha sempre visto Ginny come una sorella. Harry realizza cosa significa la ragazza per lei, dando il via a un anno di frustrazioni e di soppressione dei suoi sentimenti, anche per paura di ciò che Ron avrebbe potuto pensare.


Doni della Morte

Rivoli di freddo gelarono la pelle di Harry. Voleva urlare alla notte, voleva che Ginny sapesse che era lì, che sapesse dove stava andando. Voleva essere fermato, portato indietro, a casa…

Nonostante la caccia agli Horcrux e la distanza che divide la coppia, Ginny non è mai lontana dai pensieri di Harry sin dalla sua partenza. Nonostante la loro riluttante rottura, i loro momenti insieme non mancano. Un abbraccio particolarmente appassionato che fa infuriare persino Ron. Dopo tutto quel tempo passato insieme durante la loro giovinezza, all’improvviso il tempo diventa molto prezioso.


19 anni dopo… Sappiamo tutti cosa succede!

Harry udì di nuovo la voce di Albus nel frastuono; i suoi figli avevano ripreso la discussione cominciata in
macchina.
«Non voglio! Non voglio essere un Serpeverde!»
«James, piantala!» intervenne Ginny.
«Io ho detto solo che potrebbe» ribatté James, sorridendo al fratello minore. «Non c’è niente di male. Potrebbe essere un Serpe…»
Ma James colse lo sguardo della madre e tacque. I cinque Potter si avvicinarono alla barriera. Con un’occhiata impertinente al fratellino, James prese il carrello dalla madre e cominciò a correre. Un attimo dopo era sparito.
«Mi scriverete, vero?» chiese subito Albus ai genitori, approfittando della temporanea assenza del fratello.
«Tutti i giorni, se vuoi» rispose Ginny.
«Non proprio tutti» si affrettò a ribattere Albus. «James dice che gli altri ricevono lettere da casa una volta al mese».
«L’anno scorso gli scrivevamo tre volte la settimana» precisò Ginny.
«E non devi credere a tutto quello che ti dice su Hogwarts» aggiunse Harry. «A tuo fratello piace scherzare».

Articoli correlati: