I segreti della moda magica svelati su Pottermore

Come si dovrà mai vestire un mago quando è in pubblico? Esistono leggi sull’abbigliamento? E in qualche modo i babbani sono buoni consiglieri di moda per i maghi? Pottermore svela tutti i particolari della storia della moda del mondo magico.

ballo


 I maghi nella comunità babbana per riconoscersi l’uno con l’altro possono vestire i colori viola e verde. Tuttavia, questo non è altro che un codice non scritto, e non vi è alcun obbligo di conformarsi ad esso. Molti membri della comunità magica preferiscono indossare i loro colori preferiti quando escono nel mondo babbano, o adottano il colore nero come colore pratico, soprattutto quando si viaggia di notte.

Lo Statuto Internazionale di Segretezza ha definito orientamenti chiari sui vestiti per i maghi quando sono fuori in pubblico.

Quando si trovano in luoghi babbani, i maghi e le streghe adotteranno uno stile del tutto uguale a loro, possibilmente più alla moda possibile. I vestiti dovranno essere adeguati al clima, alla regione geografica e all’occasione. Nessun trucco di magia sugli abiti è consentito di fronte ai Babbani“.


Nonostante queste chiare istruzioni, i reati d’abbigliamento sono stati una delle infrazioni più comuni dello Statuto Internazionale di Segretezza fin dal suo inizio. Le generazioni giovani di maghi hanno sempre avuto la tendenza a essere meglio informati sulla cultura generale dei Babbani. Quando sono piccoli, infatti, i maghi e le streghe sono liberamente sempre quasi in contatto con altri bambini babbani; più tardi, quando iniziano ad intraprendere le loro magiche carriere lavorative, diventa sempre più difficile continuare ad avere uno stile d’abbigliamento babbano, mentre le streghe e maghi più anziani sono spesso irrimediabilmente fuori contatto con i velocissimi cambiamenti delle mode babbane.

studenti

Il Ministero della Magia non è stato però sempre così severo. Infatti il giorno in cui fu annunciata la scomparsa di Lord Voldemort e la sopravvivenza di Harry Potter all’Anatema che Uccide tale era l’emozione che maghi e streghe di tutto il paese scesero in piazza con i loro abiti tradizionali, adottandoli in segno di festa.

Alcuni membri della comunità magica ebbero il loro modo di infrangere la clausola d’abbigliamento nello Statuto di Segretezza. Un movimento chiamato Aria Fresca Rinfresca Totalmente (nella lingua inglese Fresh Air Refreshes Totally, e quindi F.A.R.T.) insiste sul fatto di indossare abiti eleganti in pubblico (abiti magici tradizionali), nonostante i molti avvertimenti e multe.


In generale, l’abbigliamento dei maghi è sempre rimasto al di fuori della moda, anche se piccole modifiche sono state apportate a indumenti come abiti da sera. Un abbigliamento standard comprende toghe, indossate con o senza il cappello tradizionale a punta, e deve essere sempre indossato in occasioni formali come battesimi, matrimoni e funerali. I vestiti delle donne tendono ad essere sempre piuttosto lunghi. L’abbigliamento dei maghi è stato per così dire “congelato” nel tempo, rifacendosi al XVII secolo, quando andavano a nascondersi dai babbani che li perseguitavano. La loro adesione nostalgica a questa antiquata forma di abito può essere vista come un attaccamento a vecchi modi e tempi antichi; una questione di orgoglio culturale.

vestiti


 

Giorno dopo giorno, però, anche coloro che odiavano i babbani cominciavano a indossare i loro vestiti, che sono innegabilmente molto più pratici rispetto alle vesti dei maghi. Gli Anti-Babbani a volte, per dimostrare la loro superiorità in pubblico, modificavano lo stile babbano con stili fiameggianti o uno stile dandy.

Articoli correlati: