JK Rowling battuta da un’ex poliziotta

JK-Rowling

Clare Mackintosh, ex poliziotta, ha battuto JK Rowling al “Theakstons Old Peculier crime novel of the year award” con il suo romanzo “I Let You Go”.

La Mackintosh, ha lavorato per 12 anni come agente presso la polizia britannica e ha deciso di lasciare la sua carriera di poliziotta nel 2011 per intraprendere la carriera di scrittrice. Commentando la scelta della giuria, che l’ha incoronata come vincitrice, ha dichiarato:
“Sono venuta per la prima volta ad Harrogate come scrittrice non professionista, quindi per me vincere questo premio è un sogno che diventa realtà”; ha anche ringraziato il suo editore per la fiducia e il supporto mostratogli mentre scriveva il suo romanzo.

La rassegna per la consegna dell’ambito premio è arrivata ormai alla sua dodicesima edizione, e alcuni dei passati vincitori (gli scrittori Val McDermid, Lee Child, Mark Billingham, Sarah Hilary e Denise Mina) facevano parte della giuria.

Clare Mackintosh

La Mackintosh, che riceverà 3.000 sterline come premio, ha vinto la competizione contro autori britannici e irlandesi i quali romanzi sono stati pubblicati tra maggio 2015 e aprile 2016.

Indicativamente, il romanzo ha raggiunto le 500.000 copie vendute, e ci si aspetta che le vendite cresceranno ancora dopo che verranno ceduti i diritti in altri 30 paesi nel mondo.

La cosa buffa, è che a questa stessa competizione, oltre alla Mackintosh, era iscritta anche la stessa JK Rowling sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith. La Rowling non ha rivelato la sua vera identità fino al momento della consegna del premio, quando ha dichiarato di essere veramente entusiasta di aver ricevuto un voto positivo da parte della giuria. Tuttavia, il premio è stato assegnato alla Mackintosh in quanto la critica ha definito il suo romanzo come realistico e descrittivo della vita da poliziotta della sua autrice.

Vale la pena menzionare che la lista dei finalisti del “Theakstons Old Peculier crime novel of the year award”, includeva quattro romanzi scritti da donne e due scritti da uomini; questo perché le case editrici hanno riconosciuto che i gialli sono più convincenti e appassionanti alla lettura quando sono scritti da donne.

Articoli correlati: