Informativa

MACUSA: dietro le quinte di “Animali Fantastici e Dove Trovarli”

Il MACUSA è il Congresso Magico degli Stati Uniti d’America e la sua sede segreta si trova all’interno del Woolworth Building a New York. Ecco com’è stato ideato per “Animali Fantastici e Dove trovarli”.

MACUSA entrance

Lo straordinario Quartier Generale del MACUSA si trova dentro il Woolworth Building al 233 di Broadway, verso la parte più bassa di Manhattan, a circa un miglio da City Hall, e nascosta in un’altra dimensione.

Fu J. K. Rowling a indicare quel famoso grattacielo di 60 piani come il nascondiglio ideale per la comunità magica di New York e come sede del MACUSA. Nel 1926 era l’edificio più alto del mondo con i suoi 792 piedi (241,4 metri), ma lo scenografo Stuart Craig sospetta che l’autrice possa essere stata influenzata dai dettagli neo-gotici del pian terreno e del mezzanino. L’aspetto delle incisioni e dei pinnacoli, echeggianti le grandi cattedrali d’Europa, in effetti, ha un ché che ricorda Hogwarts.

Ciò ci ha permesso di riconoscere la connessione con Harry Potter. Quella del dettaglio gotico del 20° secolo è una svolta, ma ha messo tutto a posto in maniera efficace, dimostrando che l’estetica era comune ad entrambi (i film), fondamentalmente. – Stuart Craig

A livello simbolico, sull’arcata dell’entrata principale vi è inciso un gufo. Craig ci scherza su, “Deve averlo visto e aver pensato: Eureka!”.

MACUSA detail

È proprio al MACUSA che Tina scorterà diligentemente Newt, incolpato di un livello 3A – non aver Obliviato un No-Maj (Jacob) che lo aveva visto fare un incantesimo. A livello della strada non si vede altro che vetrine, uffici di contabilità e compagnie di assicurazione che si affacciano sul flusso infinito del traffico della città più moderna al mondo. “C’è un’apparenza di attività babbane intorno questo edificio apparentemente babbano” spiega Craig.

Tina punterà furtivamente la sua bacchetta in direzione del gufo di pietra, che lanciandosi in aria darà inizio ad una complicata operazione magica – trasformare una semplice serie di porte girevoli nell’entrata del MACUSA.

“La facciata potrebbe sembrare familiare” dice Eddie Redmayne, riferendosi all’esatta replica dell’entrata frontale del Woolworth Building costruita per l’elaborato set di New York. “Ma quando entri è un altro mondo”.

MACUSA inside

Poiché è vietato rivelare i loro poteri ai No-Majs, maghi e streghe d’America devono essere molto prudenti. Sono indistinguibili dal resto della popolazione.

Camminando lungo la Fifth Avenue, chiunque dei passanti potrebbe avere una bacchetta nascosta da qualche parte. – David Yates, regista

“C’è uno Statuto di Segretezza in atto” dice Colin Farrell, che interpreta l’enigmatico Percival Graves, Direttore della Sicurezza Magica, effettivamente capo della polizia magica e direttore dell’Ufficio Applicazione della Legge sulla Magia del MACUSA. Sostiene che è giusto un fattore di sicurezza – l’America ha un oscuro passato di persecuzioni verso chiunque mostrasse un talento insolito.

Insomma, nascosto alla luce del sole c’è tutto un mondo di magia. Perciò, quando vedremo un gufo inciso sull’arco di un’entrata, chiediamoci se il MACUSA o un’altra organizzazione magica non abbia una sua base proprio oltre quelle porte!

Articoli correlati: