Informativa

Gruppi WhatsApp, sexy Jude Law e molto altro: MTV intervista il cast dei Crimini di Grindelwald

Il cast di Animali Fantastici: i Crimini di Grindelwald è stato intervistato da Josh Horowitz, inviato di MTV.

Tra gruppi WhatsApp che non hanno mai visto la luce del sole, scene imbarazzanti e un Jude Law luminosissimo, il cast racconta alcuni divertenti aneddoti in un’intervista che potete vedere su Youtube.

In un teatrino di risate, commenti a caldo e un Josh nerdissimo che rappresenta tutti noi, Dan Fogler (Jacob Kowalski), Callum Turner (Theseus Scamander), Ezra Miller (Credence Barebone), Alison Sudol (Queenie Goldstein), Katherine Waterston (Tina Goldstein) ed Eddie Redmayne (Newt Scamander) rispondono alle domande in una serie di botta e risposta che meritano di essere condivisi con voi. Ecco la trascrizione semi-accurata dell’intera intervista, che troverete in video a fine articolo!

Il cast e il gruppo WhatsApp (che in realtà non c’è)

Josh: Sono contento di riavervi qui con me: il cast di “Animali fantastici i Crimini di Grindelwald”. Ci sono molte sorprese in questo film, congratulazioni. Credo che il pubblico indagherà a fondo sulla storia (eccome, Josh, eccome…). Parlatemi di quando avete iniziato tutti quanti a leggere lo script: avete una chat di gruppo? Vi siete messi in contatto chiedendovi se lo avevate letto?
Callum Turner: Dovremmo creare un gruppo WhatsApp. Se esiste, io non sono stato inserito, è triste.
Eddie Redmayne: Beh, Callum…
Callum: Oh, cazzo…
Katherine Waterston: Oh, Callum, accidenti!
Alison Sudol: Callum, tu sei nuovo…
Callum: Ho appena capito di essermi fregato da solo.
Ezra Miller: C’è una specie di gruppo WhatsApp di ‘e dove trovarli’, magari faremo anche un gruppo per i Crimini di Grindelwald.
Callum: Ne creerò uno io! (ma poverino)
Alison: In realtà ci mandavamo delle e-mail.
Eddie: C’era una catena di e-mail.
Callum: Nella catena di e-mail ci sono!
Ezra: Non abbiamo nessun gruppo WhatsApp, le mail sono tutto quello che abbiamo.
Alison: [tornando allo script] Non ne abbiamo parlato molto, abbiamo ricevuto lo script poco prima di fare la lettura del copione. E poi avevamo troppa paura per parlarne nelle mail.
Eddie: Non possiamo stampare il copione, neanche dopo averlo scaricato sul nostro computer. Stranamente, se leggi il copione per troppo tempo, compare una specie di “pulsante di auto distruzione”…
Ezra: E ti vengono in mente le scene di “Brazil”, in cui le spie scendono dai tetti, ti mettono un sacco nero in testa e ti fanno sparire.


Le scene da urlo nello script, Hogwarts e i gufi incontinenti

Josh: Senza rivelare nulla a chi ci ascolta e che non ha visto il film, c’è qualcosa nello script a cui avete reagito in un modo alla “Oh My God”? Qualcosa di specifico?
Callum: Forse quando moriamo tutti.
Josh [ride]: Scioccante, e nei primi dieci minuti! Chi l’avrebbe mai detto?
Ezra: Sapevamo che voleva cambiare rotta, ma non pensavamo che volesse dire uccidere tutti gli attori del film.
Josh: Possiamo dire che torniamo a Hogwarts e non so se vale anche per voi, ma quando ho visto il film ed è partita [Hedwig’s Theme] di John Williams, e abbiamo visto Hogwarts, mi è venuta la pelle d’oca. Anche a voi?
Dan Fogler: Sì, i brividi nella spina dorsale.
Callum: Quella musica ti fa qualcosa, vero? Ti riporta alla versione di te stesso quando avevi dieci anni.
Dan Fogler: Ti aspetti che un gufo ti voli sulla spalla, o qualcosa del genere.
Eddie: Io ho visto i gufi che cagano! Nella prima scena con Newt – lo facevo presente a Zoe ieri – e Leta Lestrange, loro stanno camminando lungo il corridoio del Ministero, nell’angolo della ripresa vedi gli Elfi che puliscono le finestre: un gufo passa e caga sulla finestra. Dovete guardare molto da vicino.
Dan: Cacca magica di gufo.
Josh: Sarà il titolo del terzo film, non lo conosciamo ancora ma…
Ezra: E’ anche uno dei nuclei sconosciuti delle bacchette!


Come convivere con il fatto che si lavora con Jude Law

Josh: Per adesso, tutti sappiamo che Jude Law è ufficialmente il mago più sexy che il mondo magico abbia mai visto. Eravate consapevoli di questa cosa nel set? O tutto questo è nato dopo l’uscita del trailer?
Eddie: Lo abbiamo capito dal momento in cui lui è entrato nella roulotte del trucco: di colpo c’è stato silenzio assoluto per un’ora, durante la quale si instauravano intime discussioni riguardo la lunghezza della sua barba; poi lui è uscito e tutti hanno ripreso fiato. In seguito Nicki, la mia makeup artist, è letteralmente venuta da me, isterica per quanto quell’uomo fosse bello, e poi mi ha detto [in modo consolatorio]: “Eddie, anche tu sei bello!”
Ezra: Abbiamo tutti avuto delle esperienze così durante il tour promozionale. Praticamente, ogni giornalista con cui abbiamo fatto dei Q&A era tipo: “Jude, penso che tu sia una persona squisita, e voi, ragazzi, avete fatto un ottimo lavoro nel film”.
Callum: “Ragazzi, di nuovo, com’è che vi chiamate?”
Katherine: E molte balbettavano: ” Io, io, ehm, Jude, ehm, io, io, ehm…” e rovistavano tra gli appunti. La gente si agitava.


Quando hai problemi anche con la barba di Merlino

Josh: Qual è stato l’incantesimo più difficile da pronunciare nel corso dei due film? Il linguaggio può essere difficile. C’è una qualche frase che tormenta i vostri sogni la notte?
Eddie: Posso dirlo a cuore aperto: so che è una cattiveria, ma non riesco ancora a farmi uscire naturale “Per la barba di Merlino”.
Ezra: No, hai fatto un ottimo lavoro.
Eddie: No, puoi vedere nei miei occhi che vado di getto per finirlo presto.
Ezra: Memoria sensoriale: immaginati la barba, amico!
Eddie: Dico ‘Oh, mio Dio!’ e poi continuo con ‘Per la barba di Merlino!’, ma non suona bene, non so se avete capito cosa intendo.
Ezra: A me sembrava già buono adesso che l’hai fatto, Eddie.
Katherine: E’ un po’ come quando impari un modo di dire in un’altra lingua: per esempio, in Norvegia dicono “Non mettere il piede nell’insalata”, che non ha senso. “Per la barba di Merlino” è un po’ così: non è nel nostro vocabolario da una vita, quindi non suona bene, ma in Norvegia ha senso. Dicono anche “Non incastrarti la barba nella cassetta delle lettere”.


Imbarazzanti scene a tavola

Josh: Questo è un grande film da vedere in famiglia durante le vacanze del Ringraziamento. Quale famiglia del mondo magico si ritroverebbe oggi a dover partecipare al cenone più imbarazzante? Con più tensione a tavola?
Ezra: Credo che i Malfoy vivano spesso momenti di disagio. Specialmente la mattina, appena svegliati: tutti vanno giù, nell’era contemporanea come sarebbe? The Cursed Child ci mostra qualcosina, e direi che è imbarazzante. Ci saranno diverse generazioni di puro disagio che seguono la caduta di Voldemort.
Eddie: Nel primo film, la cena che abbiamo avuto è stata una delle cene più imbarazzanti di sempre, con voi [Dan e Alison] che sbavavate uno per l’altra…
Katherine: Anch’io stavo sbavando, in una maniera molto riservata.
Alison: Noi ci siamo divertiti un sacco, ce la siamo goduta. Forse voi [Eddie e Katherine] vi sentivate a disagio, ma noi non l’abbiamo notato.


Animali Fantastici VS Star Wars

Josh: Molti paragonano sequel e trilogie; questa è una serie di cinque film. Qualcuno ha paragonato il film a “L’Impero colpisce ancora”: quello in cui tutto diventa più oscuro.
Ezra: La gente lo fa di continuo, [guarda Dan Fogler] che idioti, vero? Non sono per niente simili.
Josh: Dan, se anche tu li paragoni, io sono con te!
Dan: Mi appello al quinto… Al quinto film di Star Wars!
Josh: Però ci sono delle cose in comune. Abbiamo delle scene di suspence, è più oscuro, le cose si complicano, ti fa pensare al fatto che ci sono altri tre film, e che quindi manca ancora molto da vedere.
Ezra: Josh, vuoi che smettiamo di fare film? Noi la finiamo qui, se tu non ne vuoi altri.
Josh: Ma no! Siete rimasti sconvolti da quante domande ci si pone alla fine del film? Credo che in questo modo chi lo guarda voglia saperne di più… Vi siete posti delle domande anche voi? [Tutti: Sì, certo.] Perché il primo film era: che cosa è Credence? Questo è: chi è Credence?
Ezra: Il prossimo sarà: perché è Credence? E il quarto: dove è Credence? Insomma, non c’è neanche nel film. E alla fine c’è il quinto: come, è Credence? Wow, è Credence!
Katherine: “Wow, è Credence” è lo spin-off. La serie TV.
Ezra: “Wow, sono io, wow è Credence”: un’autobiografia di Ezra Miller. Oh, è brutale.


Quando scopri che il cast ne sa quanto te

Josh: Ogni volta vi chiedo quanto sapete. Sapete qualcosa di più rispetto all’ultima volta che ci siamo visti al Comic-Con?
Katherine: Non sappiamo niente.
Eddie: L’altro giorno stavamo scendendo dall’aereo quando abbiamo scoperto che Jo aveva twittato qualcosa del prossimo film, cioè che è ambientato a Rio de Janeiro.
Josh: Lo avete scoperto così?
Ezra: Sì, non riceviamo neanche un messaggino.
Josh: Ecco un altro motivo per cui fare la chat di gruppo: metteteci anche Jo, magari potrebbe condividere con voi qualche informazione.
Callum: Dobbiamo creare il gruppo, ragazzi.
Eddie: Credi davvero che Jo si unirebbe al nostro gruppo WhatsApp? Possiamo farlo diventare uno spoiler-tastico…
Alison: Sarebbe pieno di nostri messaggi in cui assilliamo Jo con le nostre domande, e poi lei uscirebbe dal gruppo.
Eddie: Avete mai cercato il vostro nome nelle gif? Perché io ne ho trovata una in cui sono un personaggio del film Jupiter – Il destino dell’universo, ed è terrificante; per cui la mando a caso a membri della mia famiglia. Ho urlato parecchio in quel film, e amo mandarle in giro [simula urlo].
Josh: Qualcuno ha mandato le proprie gif a qualcuno?
Ezra: Oh, sì, spesso. Ce n’è una presa da un’intervista, credo, in cui ho detto la frase: “Wow, è così gay!” e la frasetta della gif si muove così [si muove spasticamente], e mi piace mandarla a tutti quelli che conosco, è la prima cosa che faccio quando mi sveglio la mattina… E a mezzogiorno, e prima di andare a dormire.


Il film non è piaciuto a tutti, ma è innegabile che la chimica tra gli attori del cast è scoppiettante!

Se vi è piaciuto l’articolo e vi piacerebbe avere la traduzione di qualche altra intervista, scrivetecelo nei commenti! Potete intanto vedere qui sotto l’intervista di MTV, mentre in questo link troverete il video sottotitolato di quella volta in cui Josh si è trovato a tu per tu con Ezra Miller e il suo amore per Harry Potter, quindi non perdetevelo!

Articoli correlati: