Informativa

Ecco perché Harry era la perfetta combinazione dei suoi genitori

Harry non ha mai conosciuto James o Lily Potter, non veramente. Ma più scopriamo su di lui e più Harry sembra la perfetta combinazione dei suoi genitori.

‘Pensi che sia un idiota?’ gli chiese Harry.
‘No, penso che tu sia come James,’ disse Lupin, ‘Per lui sarebbe stato il massimo del disonore diffidare degli amici.’
Harry Potter e i Doni della Morte

Il dibattito ambiente verso geni è sempre in discussione, ma Harry Potter, nonostante non sia stato cresciuto da James e Lily, era stranamente simile a loro anche senza la loro influenza fisica. Dai brevissimi flashback dell’infanzia dei suoi genitori possiamo ricostruire le loro personalità e vedere come Harry aveva naturalmente seguito i loro passi. E non stiamo parlando solo degli occhi di Lily e dell’abilità di James di giocare a Quidditch.

L’atteggiamento di James

Parecchi personaggi “vecchi” sono stati veloci a sottolineare che la personalità di Harry gli ricordava quella di James. Nel caso di Silente, Sirius e Lupin questa osservazione era stata fatta con affetto, mentre nel caso di Piton non proprio.

‘Sapessi quanto assomigli a tuo padre, Potter’ disse Piton all’improvviso, con un bagliore negli occhi. ‘Anche lui era straordinariamente arrogante. Quel suo po’ di talento a Quidditch gli dava la certezza di essere superiore agli altri. Come te. Andava in giro a pavoneggiarsi con i suoi amici e ammiratori… la somiglianza fra voi due è straordinaria’
Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban

Sappiamo tutti benissimo che Piton portava rancore a James. James era stato particolarmente crudele con lui nei loro anni a Hogwarts assieme e la presenza di Harry sembrava risvegliare brutti ricordi in Piton. Ma le continue affermazioni di Piton sul fatto che Harry fosse arrogante come sue padre sembravano essere basate su pura malignità. Dopo tutto Harry non si pavoneggiava, di fatto non aveva mai voluto che la fama fosse imposta su di lui in primo luogo.

Ciò nonostante, Harry aveva occasionalmente una lingua lunga come James. Infatti come dimenticare quella volta in classe in cui aveva detto a Piton che non c’era bisogno di chiamarlo ‘signore’. James di sicuro aveva spinto il suo comportamento troppo in là con Piton, ma anche Harry aveva detto un paio di cose simili a Draco.

‘Lascialo stare’ ripeté Lily, fissandolo disgustata. ‘Che cosa ti ha fatto?’
‘Be’…’rispose James, fingendo di ponderare la questione, ‘è più il fatto che esiste, non so se mi spiego…’
Harry Potter e il Principe Mezzosangue

 



L’amore sacrificale di Lily

Ovviamente sia James che Lily amavano Harry, ma c’era qualcosa nell’amore di Lily che si è trasformato in una barriera magica protettiva e ha protetto Harry da Voldemort per molti anni.

L’amore che Harry provava per i suoi amici si tradusse in un sacrificio simile durante la battaglia di Hogwarts. Quando Harry capì che doveva morire, lasciando che Voldemort lo uccidesse in modo che la smettesse di uccidere tutti gli altri, Harry mostrò la stessa forza di Lily quando si mise protettiva davanti alla sua culla.

Camminando nella Foresta Proibita volontariamente e senza cercare di scappare da Voldemort, Harry scoprì che lui stesso era un Horcrux e che “sacrificandosi” aveva salvato i suoi amici e tanti altri studenti e professori di Hogwarts. Come disse Lily, quando uscì dalla Pietra della Risurrezione, Harry era stato veramente coraggioso. E non sorprende che sia stata Lily, non James, Sirius o Lupin, quella a cui Harry a chiesto di stargli vicino mentre accettava il suo destino.

 

LEGGI ANCHE

In difesa del giovane James Potter

Tale padre, tale figlio

Articoli correlati: