Potterhead: non per forza sin da bambini!

20_mhg_cult_potterberlin

Potterhead: c’è chi lo è diventato da piccolo, grazie a genitori, fratelli e parenti vari che leggevano i libri della Rowling prima di andare a letto; c’è chi si è avvicinato al mondo di Harry con l’inizio della scuola, magari grazie agli insegnanti o ai compagni di classe. Ma è possibile entrare nell’universo magico anche da “grandi”? Assolutamente sì!


Non tutti i bambini hanno avuto la fortuna sfacciata di avere dei lettori accaniti in famiglia: la maggior parte di loro è cresciuta con le classiche fiabe, che con il passare degli anni è andata a finire nel dimenticatoio.
Crescendo e iniziando a frequentare l’ambiente scolastico, in alcuni inizia a nascere la voglia di leggere, la curiosità di sfogliare un libro: si inizia da più semplici, magari con qualche figura in mezzo, ma molti iniziano ad avvicinarsi al mondo della Rowling, leggendo i libri e perché no, guardando anche i film.matilda_read

L’aver familiarizzato con l’universo potteriano sin dalla più tenera età può costituire un notevole vantaggio, in quanto i bambini ne traggono un esempio importantissimo (ecco un articolo a riguardo), ma ciò non esclude la possibilità di farlo una volta raggiunta un’età più matura.
Non sono pochi, infatti, i ragazzi che iniziano questa avventura alle superiori e all’università, andando contro lo stupido stereotipo che vede Harry Potter come una saga effimera, perché di effimero non c’è un bel niente.

1456309011972

Crescendo si inizia a maturare, ad osservare il mondo circostante con occhi diversi e a cercare un significato più profondo, ad andare oltre l’apparenza: quale occasione migliore per leggere la saga?
Così facendo si riescono a cogliere dettagli, piccolezze “invisibili” ad un ragazzino più piccolo.

635770127515624556-1194323674_i love magic

Non è raro, infatti, che i potterhead rileggano la saga una volta cresciuti, anche più di una volta, e ogni volta si colgono nuovi aspetti celati dietro le parole della Rowling. Nulla di più bello per un lettore accanito!
I potterhead di “nuova generazione”, se così vogliamo chiamarli, non hanno nulla da invidiare a chi fa parte del fandom da più tempo, in quanto l’età in cui si entra in contatto con l’universo potteriano è di relativa importanza: alla fine tutti quanti ne escono arricchiti, perché i valori trasmessi dalla Rowling riescono a toccare ogni singolo lettore, indipendentemente dalla sua età. Sono proprio queste “perle di saggezza” che hanno contribuito e contribuiscono a rendere i potterhead delle persone migliori, ad allargare i loro orizzonti. Volete saperne di più? Date un’occhiata all’articolo a riguardo!


Ciò che davvero conta è l’entrare a contatto con Harry Potter e il suo mondo, crescere con lui – non solo fisicamente – e riuscire ad apprezzare lo spettacolare operato della Rowling, perché è riuscita, con la forza di parole e parole, a dare vita ai desideri, alle gioie, ai momenti tristi e gioiosi di ognuno di noi.

 

Articoli correlati: