Informativa

Cos’abbiamo visto per la prima volta nella Pietra Filosofale

Dalle parole d’ordine agli amici, guardiamo tutte le cose introdotte per la prima volta dalla Pietra Filosofale.

La prima parola d’ordine dei Grifondoro

Nel primo libro vediamo per la prima volta l’uso delle parole d’ordine, in particolare nella Sala Comune dei Grifondoro. Questa era “Caput Draconis”, che in latino significa “Testa di drago”. Decisamente appropriato per il luogo.

Tuttavia, scavando un attimo più a fondo, scopriamo che Caput Draconis è un’importante figura geomantica. Ogni figura rappresenta un particolare stato del mondo, e Caput Draconis significa buona sorte nell’iniziare cose nuove.

Era il primo giorno di Harry a Hogwarts e la sua prima parola d’ordine da Grifondoro significava “buona sorte nell’iniziare qualcosa di nuovo”. Una piccola curiosità alla quale sicuramente non avevamo fatto caso.


Il primo oggetto magico

La prima volta che abbiamo visto un magico che è stata con il Deluminatore, anche noto come Spegnino. Fu usato da Silente per assicurarsi che lui e la professoressa McGranitt fossero totalmente al buio quando lasciarono Harry ai Dursley.

Il Deluminatore tornò nei libri quando Silente lo lasciò in eredità a Ron nel suo testamento e quest’ultimo si interrogò sul perché fosse stato proprio lui a riceverlo. Ovviamente, non sapevamo le vere intenzioni di Silente, ma Harry sembrò azzeccarci:

«Che ne so» borbottò Ron. «A volte, quando ero un po’ abbattuto, mi sono detto che si stava facendo due risate o… o che voleva solo rendere tutto più difficile. Ma non lo penso più. Sapeva quello che faceva quando mi ha lasciato il Deluminatore, no? Lui…» Le orecchie di Ron s’imporporarono e lui si chinò tutto concentrato su un ciuffo d’erba, che saggiò con la punta del piede. «Be’, si vede che lo sapeva, che vi avrei piantati in asso».
«No» lo corresse Harry. «Si vede che sapeva che saresti voluto tornare».


La prima lezione

La prima lezione di Harry che abbiamo visto nei libri era, naturalmente, pozioni con Piton. Probabilmente non era il modo migliore per iniziare la vita presso una nuova scuola, ma ci ha dato qualche informazione interessante sul futuro di Harry a Hogwarts, così come sul suo passato.

La prima cosa che Piton disse a Harry fu, “Che cosa ottengo se verso della radice di asfodelo in polvere dentro un infuso di artemisia?”

Questo ha un significato nascosto molto importante. L’asfodelo è una forma di giglio associata al lutto, e l’artemisia è comunemente associata all’amarezza e al rimorso. Il senso generale, ovviamente, è che Piton si rammaricava per la morte di Lily.

Ecco un’altra piccola informazione che è immensamente affascinante da scoprire quando si analizza a fondo il primo libro.


Il primo amico di scuola

La prima persona con la quale stringi amicizia in una scuola nuova, la prima persona con la quale ti trovi bene a parlarci, molto probabilmente te la porterai dietro per un po’. Quando si incontrarono sull’Hogwarts Express, Ron e Harry erano beatamente ignari di quanto tempo avrebbero passato insieme in futuro, ed è carino pensare al loro primo giorno insieme, quand’erano ancora dei bambini innocenti.

Harry incontrò Ron per la prima volta insieme alla sua famiglia a King’s Cross e questo fu importante, dato che i Weasley divennero presto la famiglia dalla quale Harry dipendeva. Lui e Ron legarono molto in fretta, anche grazie alle Gelatine Tuttigusti+1 e alle Cioccorane, senza rendersi conto che erano all’inizio di un’amicizia che sarebbe durata una vita. Aww, erano così giovani…


Il primo cibo magico

Quando incontrò Ron per la prima volta, il primo mago della sua età, Harry provò per la prima volta anche il cibo dei maghi. Provò gli Zuccotti di zucca e una tonnellata di dolciumi vari.

La sua prima Cioccorana divenne anche molto importante, dato che la carta era di Albus Silente, e Harry non aveva ancora mai visto il volto del suo preside. Provò anche una gelatina al gusto di curry, ma pensiamo che sia stata un’esperienza che avrebbe voluto dimenticare.


La prima persona magica che Harry incontra

Mentre Ron fu la prima persona magica della sua età che incontrò e con la quale andò d’accordo, Hagrid fu la prima persona magica che Harry incontrò in assoluto (senza contare quando era un bebè) e senz’altro una delle persone più importanti della sua vita. Hagrid lo portò dai Dursley molti anni prima, e fu la stessa persona a portarlo via da loro quand’era ora di andare a Hogwarts.

Hagrid fu la transizione di Harry fra il mondo babbano e quello magico, e fra la vita e la morte. Hagrid lo portò ai Dursley quand’era neonato ma portò anche Harry via dalla Foresta Proibita quando si pensava che fosse morto, portando simbolicamente Harry di nuovo alla vita.

Essendo il primo libro della saga, La Pietra Filosofale è strapiena di persone e cose che abbiamo visto per la prima volta: il Quidditch, Voldemort, come anche la stessa Hogwarts. Qual è la vostra preferita? Scrivetecelo nei commenti!


Tradotto da Pottermore.

Articoli correlati: