Informativa

Come il rapporto di Jo Rowling con i fan si è sgretolato durante gli anni

jo rowling

È stato interessante osservare il rapporto di Jo Rowling con i suoi fan durante gli anni, e i più recenti eventi riguardo l’orientamento sessuale di Silente sono stati illuminanti per definire come il fandom la pensa sulla scrittrice adesso.

In tutto questo patatrac, la cosa che mi ha stupita di più è che Jo non abbia più il beneficio del dubbio nel fandom di Harry Potter.

E allora mi chiedo: come siamo arrivati a questo punto?

Per chi non avesse letto la notizia: Entertainment Weekly ha pubblicato un articolo dove il regista David Yates ha dichiarato che l’orientamento sessuale di Silente non sarebbe stato esplicitamente menzionato nel secondo film di AF perché tutti i fan ne sono già al corrente. La faccenda è presto diventata un incubo di pubbliche relazioni perché si è aggiunta a controversie già esistenti come il casting di Johnny Depp e il mancato momento omosessuale in TCC. Fans di tutti i tipi, da quelli anonimi su Twitter ai gestori dei più famosi fansites, hanno scritto messaggi criticando severamente Yates e il franchise di Harry Potter. Ma questa volta anche Jo è stata investita dall’ira.

Ciò che sorprende è che questo è il tipo di notizie che i fan ignoravano prima. I commenti di Yates sono relativamente vaghi: Cos’è una menzione “esplicita”? Come saranno i prossimi film? Quanto è accurata la copertura di EW? Considerando i tipi di titoli sensazionalistici che EW ha pubblicato in passato, facendoci pensare ogni volta che ci fossero grandi novità nel franchise, perché i fan non hanno considerato anche questa volta che Jo fosse innocente?

Mi ricordo anni fa: i fan pendevano dalle sue labbra, tutto ciò che succedeva con la pubblicazione dei libri o dei film era perché “Jo sa quello che fa, tutto funzionerà alla fine”. Allora com’è cambiata negli anni la nostra percezione della scrittrice e il nostro rapporto con lei?

Prima di cominciare l’analisi, un paio di disclaimers: non parlo per tutti i fan perché ovviamente il fandom non è un’entità monolitica. Per quanto ne so, le critiche più recenti possono essere le voci di una circoscritta minoranza piuttosto che quelle della maggioranza. Ma penso comunque che valga la pena esplorare come una parte del fandom abbia perso la fiducia nel suo creatore.

  • Jo durante la Golden Age

Jo Rowling

Negli anni 2000, Jo non poteva sbagliare. Ha scritto per noi gli incredibili libri di Harry Potter ed è diventata incredibilmente famosa per le sue donazioni. Si è anche resa molto accessibile ai fan come nessun altro scrittore prima; invece di restare un nome su una pagina, ha sempre risposto alle nostre domande sul suo sito, ci ha addirittura chiesto di chiamarla per nome. Ciò non succedeva all’epoca, gli scrittori erano irraggiungibili.

Mentre gli anni passavano, tutti noi ci siamo inchinati al cospetto di Jo Rowling. Il fandom di Harry Potter, col tempo, ha rappresentato una parte sempre più grande delle nostre vite, e avevamo solo Jo da ringraziare. Anche quando c’è stato il caos della causa della WB e di Jo contro RDR Books (una casa editrice indipendente che aveva pubblicato a scopo di lucro un’enciclopedia di Harry Potter), il fandom è rimasto leale. Sembrava un dato di fatto che il fandom di Harry Potter fosse il fandom di Jo Rowling e lo sarebbe stato sempre.

Ma quanto è arrivato il 2010, le cose sono iniziate a cambiare. Per la prima volta, Jo ci ha delusi. Una volta stava molto attenta ai contenuti potteriani che rilasciava, ma Pottermore era un casino. La sua scrittura era sempre stata inattaccabile, ma secondo molti Il Seggio Vacante era assolutamente terribile. Ad ogni modo, sembra che le persone che criticavano fossero deluse dal fatto che Il Seggio Vacante non fosse Harry Potter.

Le cose si sono fatte interessanti nel 2014, quando Jo è diventata attiva su Twitter. Ci siamo resi conto che Jo è molto politica e risponde costantemente ai troll come nessuno di noi fa, perché sappiamo che è inutile. Comunque per la maggior parte, i fan sembravano essere felici perché Twitter dava loro ancor più accesso alla loro scrittrice preferita e poi o non fregava loro niente della politica o comunque non erano dispiaciuti che Jo ne parlasse. I Tweet che lei riceveva sembravano essere sempre d’adorazione.


  • Harry Potter e l’Erede Maledetto

jo rowling

Il cambiamento non è arrivato fino al 2016, quando è uscito TCC e il fandom ha ripreso a vivere. L’atmosfera era diversa. Jo aveva finalmente lasciato la sua presa sul franchise e aveva aperto le porte a nuovi contenuti potteriani. Nel frattempo, il fandom era diventato grande. I fan avevano imparato a ragionare con la propria testa e avevano sviluppato un pensiero critico anche sulle cose che amavano. Si nota anche sugli articoli e i post delle fanpage, prima del 2016 era impossibile criticare qualcosa di Harry Potter senza finire al rogo, adesso invece nei commenti si apre sempre un dibattito su tutto.

Ma la generazione di Harry Potter pensava anche che fosse un suo diritto accedere in qualsiasi momento a tutti i contenuti (questo perché è cresciuta con Internet) e la decisione di rendere TCC inacessibile alla maggior parte della popolazione mondiale non è stata affatto accettata. Così, quando Hypable ha pubblicato anticipazioni sulla rappresentazione teatrale di TCC, e Jo li ha criticati su Twitter, la maggior parte dei fan si è schierata contro di lei. Dato che lei non ha reso TCC accessibile a tutti, i fan si sono schierati con chi lo faceva.

E i fan pensavano anche di avere il diritto di essere rappresentati nel franchise che compravano. Se Harry Potter è stato sempre perdonato perché era un prodotto del suo genere e del suo tempo, andando avanti il franchise non aveva più scuse. Quindi i fan – io stessa, se me lo chiedete – erano arrabbiatissimi dopo aver letto TCC: nonostante spuntasse una bella bandiera arcobaleno dal Palace Theatre (il teatro di TCC), all’ultimo minuto tra Albus e Scorpius non succede nulla, mantenendo il mondo magico completamente privo di omosessualità “esplicita”. Se nel 2007 Jo che annunciava l’omosessualità di Silente in un’intervista ha fatto piangere di gioia la comunità LGBT, nel 2016 non andava più bene.

jo rowling

TCC ha cambiato il rapporto tra Jo e il fandom in maniera considerevole anche in un altro modo: è stata la prima volta che Jo non aveva il controllo del suo prodotto. Fino a quel punto, tutto ciò che Jo aveva aggiunto alla storia di HP era stato accettato – a volte un po’ controvoglia, ma abbiamo sempre accettato tutto. Dopotutto, era il suo mondo e il suo controllo era accettato senza discussioni. Ma TCC è così terribile che il fandom l’ha rifiutato – e non parlo solo per me stessa, ma in generale tutti lo odiano (su Goodreads ha una media di 3.7 su 5 con più di 400.000 voti, quando il più votato dei libri di HP ha una media di 4.62 su 5 con quasi 2 milioni di voti).  Quando Jo ha insistito su Twitter che TCC era in effetti canon, quel singolo tweet ha ucciso il significato proprio di canon.

Un piccolo ripasso: canon è ciò che le persone accettano come il testo “ufficiale”. Se le persone coinvolte non sono d’accordo su cosa è canon, allora il concetto proprio dell’esistenza del canon è invalido. Dal momento in cui Jo ha provato a propinarci TCC come canon e i fan non l’hanno accettato, non è più esistito un canon di Harry Potter. Niente in Harry Potter è più canon.

A volte mi chiedo: se Jo avesse prodotto/ sponsorizzato/ autorizzato qualcosa di così terribile come TCC anni fa, il fandom lo avrebbe accettato? C’è da pensare. Ma il punto è che, secondo me, TCC ha aperto i rubinetti di acredine nel rapporto dei fan con Jo Rowling. Jo si è protetta dall’ira dei fan contro i film perché su un certo livello si è dissociata da essi; ma siccome ha deciso di mettere il suo nome su TCC, deve affrontarne le conseguenze.


  • Animali Fantastici: i crimini di Johnny Depp

Jo rowling and depp

Proprio come Il Seggio Vacante ha avvelenato l’arrivo di Cormoran Strike (dando ai fan il potere di pregiudizio), la fredda reazione a TCC ha pregiudiziato la reazione ad Animali Fantastici. Siccome nel 2016 è stata fatta un’aggiunta molto povera di qualità all’universo di Harry Potter, i fan hanno iniziato AF con una sana dose di scetticismo che sarebbe stata impensabile prima dell’ “ottavo libro”.  Anche se a molti è piaciuto, nessuno ha accettato AF come una manna dal cielo semplicemente perché era un prodotto di Jo.

jo rowling

Il che ci porta agli ultimi mesi, dove l’erosione della fiducia in Jo si è malamente scontrata con la politica hollywoodiana contemporanea. Johnny Depp è diventato uno dei personaggi principali nel franchise di Animali Fantastici proprio durante il movimento #MeToo e lo scandalo degli abusi sessuali di Hollywood. Giusto o sbagliato, Depp è stato ritenuto colpevole fino a prova contraria dai fan, e il franchise di Harry Potter si è subito messo sulla difensiva.

Questa potrebbe essere l’ultima volta che Jo Rowling ha ricevuto il beneficio del dubbio da parte dei fan. Anche se la ritenessimo colpevole per tutte le cose che ho appena menzionato – il problema con l’accessibilità di TCC, il controllo di qualità, la rappresentazione LGBT, eccetera – i fan erano pronti a credere che il casting di Depp fosse fuori dal controllo di Jo. Anche se David Yates ha straparlato e abbiamo tutti detto la nostra sulla controversia di Depp, finché Jo non avesse parlato potevamo sperare che non fosse colpa sua.

Ma poi Jo ha rilasciato una dichiarazione sul suo sito. La parte saliente diceva:

Per come la vediamo, io e i produttori non solo ci atteniamo al nostro casting originale, ma siamo onestamente felici di avere Johnny Depp nel ruolo di un personaggio principale nei film.

E con questa dichiarazione, nel bene e nel male, Jo si è presa la responsabilità di avere Depp nei film.

Dieci anni fa, i fan avrebbero sorriso e annuito, pensando che Jo la sa lunga.

Due anni fa, avremmo pensato che stesse facendo la cosa giusta, anche se non si fosse rivelata magnifica alla fine, amen.

Adesso l’ottimismo non basta. Non ci siamo accontentati della parola di Jo. Ha ammesso di essere d’accordo con la decisione, ma non ha detto perché. Ha semplicemente detto “Non vi preoccupate, fidatevi di me!” e non è stato sufficiente dato che la maggior parte delle persone avevano già deciso da che parte stare sulla controversia. Anche se non tutti i fan erano contro il casting di Depp, quelli contro erano abbastanza da dirottare l’opinione pubblica contro Jo. I fan si aspettavano di meglio da Jo, e lei li ha delusi profondamente.


  • Jo nel 2018

jo rowling

Tutto ciò ci porta alla baraonda delle ultime settimane sull’orientamento sessuale di Silente nei film di AF. Dopo aver analizzato gli ultimi due anni, sembra chiaro perché Jo non abbia più il beneficio del dubbio. Prima di tutto, si è presa la responsabilità per Animali Fantastici, sia in generale che per quanto riguarda Depp. È coinvolta, quindi queste non sono decisioni prese dalle altre persone, lei ne è responsabile. In secondo luogo, ha approvato l’eliminazione dell’omosessualità in TCC, e questo crea un precedente nella sua tendenza a non rappresentare la sessualità dei personaggi.


Jo è sembrata onestamente sorpresa dal fatto che l’odio fosse diretto a lei negli ultimi tempi. È facile capire perché fosse sorpresa: avevamo così tanta fiducia in lei da non mai criticare senza aver prima visto con i nostri occhi. Ma la sua gestione del franchise dal 2016 è stata terribile e sembra che l’impensabile stia succedendo: Jo sta perdendo i suoi fan.

Quali sono i vostri pensieri su Jo? Continua a essere il vostro idolo, ve ne state distaccando, oppure (come me) state nel mezzo? Fatecelo sapere con un commento.

Articoli correlati: