Il parere di un Serpeverde su The Cursed Child

ccccc

Ci sono stati molti, molti, molti, molti articoli su Harry Potter and the Cursed Child, ma questa volta sarà da un punto di vista leggermente diverso: quello di un Serpeverde.


“Non ero entusiasta della storia – ero ancora meno eccitato per la sua pubblicazione.

L’epilogo è sempre stata la mia parte preferita di tutta la serie; il che la dice lunga su quanto io odi il Quidditch (vale a dire, l’ho odiato fino a quando ho letto un saggio favoloso su come il Quidditch sia solo un’allegoria gigantesca).

Non l’ho pre-ordinato e non ho frequentato eventuali party di rilascio a mezzanotte.

Non avevo intenzione di comprare il libro, ma mi sono sentito un po’ obbligato perché, voglio dire, è l’ “Ottava Storia”, giusto?

Se per “Ottava Storia” si intende una fanfiction ufficiale.

Non fraintendetemi, ho sempre voluto sapere cosa sarebbe successo se Voldemort avesse vinto la battaglia di Hogwarts. Prima che i Doni della Morte fosse pubblicato, ho sperato che J.K. Rowling avrebbe fatto l’impensabile per uccidere l’eroe. Ma diciamocelo, i cattivi non vincono mai! Quando ho iniziato a leggere la trama di The Cursed Child mi sono subito sentito deluso.

Mi sembra un po’ prevedibile, che Albus sia stato smistato Serpeverde e sia diventato amico di un Malfoy. Tutto questo potrebbe benissimo essere un tentativo da parte Rowling per far brillare una nuova luce sulla casa Serpeverde. Anche se nessuno dei due sembra davvero il classico tipo di Serpeverde. Ad essere onesti se ci fosse stato un maggior sviluppo dei personaggi sarebbero stati più facile da collocare.

Devo ammettere, mi è scappata qualche lacrima quando è apparso Piton. Ma il mio barlume di speranza è stato interrotto quando ha iniziato a parlare. Lui non sembrava il vero vecchio Piton. Tutti, infatti – in particolare i presunti “cattivi” come Piton, la Umbridge, e Draco – sembrano versioni annacquate di loro stessi.

Se questa realtà alternativa era un posto dove i personaggi avrebbero potuto essere loro stessi ma più malvagi, perché erano così docili rispetto alla storia originale?

E per quanto riguarda Delphi? Semplicemente non ci arrivo. Sul serio. Non c’era motivo per Voldemort di avere una figlia; non è stato mai stato interessato all’amore e non ha bisogno di un erede. Anche se questo non aveva alcun senso, è stata anche gravemente carente nel fare del male, considerando che era presumibilmente la figlia di due dei personaggi più malvagi in tutto il mondo magico.

Alla fine ho comunque sperato in un epilogo senza lieto fine. Ma ancora una volta, Potter e i suoi amici vincono. Forse questo è il Serpeverde che è in me, o forse sono solo stanco.”

 


Vi aspettavate qualcosa di diverso da quello che Harry Potter and the Cursed Child ha offerto? Ha superato le vostre aspettative? Fateci sapere nei commenti! Intanto vi mandiamo alla recensione di una nostra admin (qui) e qui per vedere tutte le nostre notizie inerenti al nuovo capitolo!

Articoli correlati: