Informativa

Le migliori teorie pensate dai personaggi della saga

Da sempre i fan costruiscono teorie più o meno interessanti e/o assurde riguardo ai personaggi e le trame della saga.
Ma rileggendo i libri notiamo che è una cosa che fanno anche i personaggi stessi.

Le teorie, le ipotesi di complotti, cospirazioni e persino il gossip infatti riempiono le pagine dei libri e rendono i vari personaggi molto simili a tutti noi.

Ecco alcune delle migliori teorie pensate dai personaggi durante l’intera saga.


Hagrid riguardo a Voldemort

Hagrid non fu solo il primo a introdurre Harry nel mondo magico.
Fu anche il primo a parlargli di Voldemort, e a pronunciare una particolare teoria.
Secondo il Mezzogigante, Voldemort non era morto, come sostenevano alcuni, ma era ancora in vita, anche se molto debole.

Con la scoperta della propensione di Voldemort per la creazione degli horcrux, non sarebbe passato troppo tempo prima che le parole di Hagrid si rivelassero incredibilmente veritiere.


Ollivander rigurado le bacchette

In vari modi le teorie di Ollivander riguardo alle bacchette hanno costruito le basi del rapporto tra Harry e Voldemort.
“È la bacchetta a scegliere il mago”, disse Ollivander a Harry.
Chi può dire cosa sarebbe successo se la bacchetta che scelse Harry non fosse stata la gemella di quella di Voldemort?
Senza quella connessione, la bacchetta di Harry non avrebbe assorbito i poteri di Voldemort involontariamente donati quando cercò di uccidere Harry nel cimitero di Little Hangleton
E poi non avrebbe risposto alla bacchetta che era stata prestata a Voldemort durante la Battaglia dei Sette Potter.

La teoria di Ollivander riguardo alla bacchetta che sceglie il mago è importante anche per un altro motivo.
Nella battaglia finale, né Harry né Voldemort hanno usato la bacchetta da cui sono stati scelti la prima volta: Harry aveva quella di Draco e Voldemort impugnava la Bacchetta di Sambuco.
Ma Voldemort non era il vero padrone della Bacchetta di Sambuco e il fatto che questa riconobbe Harry come suo vero proprietario, dato che precedentemente aveva disarmato Draco, segnò la distruzione di Voldemort.

Per altre teorie strane e particolari su una particolare bacchetta, quella di Sambuco e su chi l’ha davvero avuta guardate qui.


Harry riguardo al fatto che Draco fosse diventato un Mangiamorte

Harry ha speso gran parte del sesto anno nutrendo l’idea che Draco Malfoy fosse diventato un Mangiamorte.
La sua maggior prova a testimonianza di ciò era il modo in cui Draco minacciò il commesso di Magie Sinister con qualcosa che non si vedeva sul suo braccio, qualcosa che Harry affermò essere il Marchio Nero.

Questo però non bastò a convincere gli altri, anche se gli eventi successivi, come il progetto di uccidere Silente e lasciar entrare i Mangiamorte a Hogwarts, dimostrarono che Draco non aveva di certo delle buone intenzioni.
A posteriori però sappiamo che Harry aveva ragione: Draco era davvero diventato un Mangiamorte.


Silente riguardo agli horcrux

Silente sapeva da sempre che Voldemort sarebbe ritornato.
Infatti lo disse a Piton quando gli si avvicinò dopo la morte dei Potter.
Non è chiaro se sospettasse subito degli horcrux, ma di sicuro iniziò a considerarli dal secondo anno di Harry, con l’apparizione del diario di Tom Riddle.
E fu a questo punto che considerò anche la possibilità di più horcrux.

Quando Silente seppe che Voldemort si vantava di aver fatto passi avanti verso l’immortalità, la sua teoria trovò conferma.
La prova definitiva arrivò quando Harry si assicurò il ricordo di Lumacorno in cui Tom Riddle che gli chiedeva cosa fossero gli horcrux.


Hermione riguardo alla Camera dei Segreti

Hermione era senza dubbio una persona a cui piacevano le teorie.
Anche se non aveva sempre ragione, come quando non credeva che i Doni della Morte esistessero per davvero, la sua teoria riguardo al mostro nella Camera dei Segreti che si muoveva attraverso il castello tramite le tubature fu vitale.

teorie

Il fatto poi che riuscì a dare questa informazione a Harry e Ron mentre era pietrificata rende il tutto ancora più considerevole.


Harry riguardo a Tonks e Sirius

Harry non ha sempre avuto ragione, anzi.
Infatti interpretò il comportamento e il cambiamento del Patronus di Tonks come un segno del suo essere innamorata di Sirius.

Questo era ovviamente sbagliato, perché poi si verrà a sapere che in realtà Tonks era innamorata di Lupin.
Insomma, una svista non da poco ma comunque un errore non così grande come altri che ha fatto.


Luna riguardo a Rufus Scrimgeour

Luna, come ben sappiamo, credeva in un sacco di cose assurde.
Tra queste c’era il fatto che Rufus Scrimgeour, il Ministro della Magia durante l’ascesa di Voldemort, fosse un vampiro.

Il fatto che poi Scrimgeour venne ucciso dai Mangiamorte sembrò contraddire la teoria di Luna.
Ma in fondo non si sa mai.


Harry riguardo a Silente

Poteva anche essere sembrato che Silente avesse lasciato Harry da solo a brancolare nel buio.
Ma il ragazzo riuscì a capire alcune cose fondamentali dell’uomo che lo aveva aiutato per tutta la sua vita.
Quando Harry seppe dei Doni della Morte, formulò una teoria su Silente, la Bacchetta di Sambuco e il duello tra lui e Grindelwald.

E anche il fatto che Harry capì che Silente aveva la Bacchetta di Sambuco e decise comunque di concentrarsi sugli horcrux, dimostra la grande fede che il ragazzo aveva nei confronti del proprio insegnante.


Silente riguardo a Harry e Voldemort

Silente ha sempre saputo che c’era una possibile connessione tra Harry e Voldemort.
La teoria di Silente riguardo alla connessione prese forma dopo il ritorno in forza di Voldemort.
La rivelazione che Harry potesse parlare Serpentese, il fatto che Voldemort avesse preso il sangue del ragazzo, la capacità di Harry di vedere dentro alla mente del Signore Oscuro: i due dovevano essere certamente connessi nel profondo.

A un certo punto Silente arrivò a capire non solo che Harry era un horcrux involontario, ma che questa cosa alla fine lo avrebbe salvato.
Si trattava di una teoria audace. Ma alla fine la fiducia di Harry venne ripagata, perché Silente aveva ragione. Ovviamente.


Ci sono varie teorie, alcune vere, alcune rivelatesi false e altre del tutto strampalate all’interno della saga.
Chiunque teorizza, pensa e collega degli indizi a modo proprio cercando di vedere il quadro della situazione in maniera più ampia.
Una cosa del tutto normale se si pensa che alla fine tutte queste teorie servivano per poter vincere una guerra.

Articoli correlati: